The Floating Piers

Parliamo chiaramente, quando Marta mi ha detto che tra il caldo 18 Giugno 2016 e il caldissimo 3 Luglio 2016 bisognava assolutamente andare sul Lago di Iseo in mezzo a migliaia di persone per camminare su una passerella realizzata da un artista che, nella mia ignoranza non conoscevo neanche, per come sono fatto io mi sembrava sinceramente una pessima idea alla quale però, per amore o incoscienza, non potevo sottrarmi.

mon_0322

mon_0323

Partiti con la macchina con destinazione Iseo, mentre Marta “ripassava” il programma della giornata come suo solito (per fortuna lei è sempre molto organizzata e previdente) io stavo già contando i minuti che mancavano al rientro. Con noi la zia Sara (dove c’è design,c’è Sara) e la sola Anna, perché Giorgio vista la giornata un po’ impegnativa, tutta esposta al sole con gli zaini già carichi di acqua, il pranzo al sacco e con probabili code da fare, è rimasto a casa con i nonni. “A lui è andata meglio” pensavo… e invece mi sbagliavo alla grande.

mon_0231

Tutto è andato per il meglio, il viaggio, la facilità nel trovare parcheggio, la buona organizzazione che prevedeva servizi navetta dai parcheggi alla Floating Piers, la coda non eccessiva per iniziare la “camminata sulle acque”, il lago e questa piacevolissima sensazione nel camminarci dentro mi ha fatto ricredere e mi ha fatto apprezzare la scelta della meta oltre a ribadire l’importanza di avere una moglie che a casa preferisce rimanere solo se influenzata.

mon_0154

E’ stato un po’ faticoso, non lo nascondo, abbiamo camminato sotto il sole per ore (perché tra foto, pausa ghiacciolo, pausa pranzo, pausa pipì ci sono volute 4 ore circa per fare 4,5 km) cercando di controllare la nausea dovuta al movimento ondulatorio della passerella, ma ho davvero apprezzato l’opera, mi ha aiutato ha capire l’importanza che aveva e l’unicità dell’evento. Di sicuro ora anch’io so chi è Christo e mi auguro tanto che anche mia figlia fra qualche anno possa conservare il ricordo di questa incredibile giornata. Ci saranno anche stati milioni di persone alla fine, ma sicuro non ce ne saranno altri in futuro.

I TASSISTRO (quasi al completo) c’erano!

mon_0489

mon_0334

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *