Halloween

“Halloween, halloween, andiamo ad halloween”. Con queste parole un giorno, al ritorno dall’asilo, è entrata in casa Anna. Probabilmente avranno colorato qualche zucca abbiamo pensato, ma forse non ha ben capito di cosa si tratti perché streghe e pipistrelli non sono proprio tra le cose che più si addicono a una bambina di 4 anni, un po’ paurosa come Anna. Halloween non è un posto, è una festa, tutti si vestono da streghetta, ma noi preferiamo concentrarci sulle zucche, che è meglio! (non mettiamoci tante idee in testa così magari evitiamo qualche incubo notturno con bruschi risvegli).

dsc_8725

dsc_8798

Diamo inizio ai preparativi una domenica mattina, subito dopo il solito risveglio delle 7.30 perché così ci siamo abituati e non abbiamo ancora imparato ad apprezzare il concetto “è domenica, possiamo dormire di più”.

L’idea di dipingere, ritagliare, incollare elettrizza sempre Anna, che non perde nemmeno un minuto per togliersi il pigiama, scende in cucina, prende la sua sedia preferita e inizia a gridare “voglio colorare voglio colorare”.

Con la camminata stile zombi (perfetta per l’occasione) ci facciamo coraggio e ci mettiamo in moto tutti iniziando a colorare zucche con acquarelli notando subito l’imbarazzante capacità di Anna e la scarsa capacità di suo padre.

dsc_8703

Anche Giorgio sembra divertito nel tenere un pennello in mano prima di degenerare come suo solito e passare al lancio di pennelli sporchi per tutta la cucina, tentare di mangiarsi gli acquarelli o dipingersi la faccia come se dovesse mimetizzarsi in mezzo  a un campo di papaveri.

dsc_8815

dsc_8931

Per l’occasione Marta ha comprato a Giorgio un completino “scheletrico” sul sito della GAP e qualcuno sta ancora ringraziando il cielo che non fosse disponile la taglia da uomo altrimenti sarebbe stata d’obbligo la foto padre-figlio coordinati.

Finito di dipingere maschere e zucche ci siamo dedicati ad un preparativo più congeniale per gli adulti, ma che stuzzica interesse anche nei piccoli e abbiamo preparato qualcosa di semplice da mangiucchiare sempre sul tema Halloween: basta dipingere zucche, cuciniamone una!

Processed with VSCO with a2 preset
Processed with VSCO with a2 preset

img_0968

La ricetta è veloce, ci vuole una zucca non troppo grande, si pulisce e si taglia formando delle mezzelune, le disponiamo su una teglia come fossero tanti sorrisi uno accanto all’altro, olio, sale e un po’ di rosmarino.

Venti minuti in forno a 180°C e voilà i nostri sorrisi sono pronti, salutari, belli, colorati e piacciano a tutti da 1 a 99 anni.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *